La Campagna Control Arms in Italia - Controlla le armi!!


Sito della campagna in Italia


Rete Italiana per il Disarmo

Referente per la Rete Lilliput
Riccardo Troisi
Tel 335/5769531

Perchè questa campagna
A fronte di una drammatica situazione di guerra in tutto il mondo, fomentata e favorita da un'assoluta mancanza di controllo sul commercio delle armi, la Rete Italiana per il Disarmo ha deciso di lanciare una campagna a vari livelli sul tema degli armamenti, in particolare quelli cosiddetti “leggeri”. Da un lato si vuole contribuire alla grande mobilitazione internazionale sul commercio di armi (Campagna Control Arms) e dall’altro migliorare gli strumenti legislativi e di trasparenza esistenti in Italia. Il nostro Paese è infatti il quarto produttore ed il secondo esportatore mondiali di armi leggere... eppure la nostra legislazione è vecchia di 30 anni e ad oggi non disponiamo di nessuna forma di controllo sugli intermediatori internazionali di armi!


Gli obiettivi
Le organizzazioni della Rete Italiana per il Disarmo si sono dunque fatte promotrici di un'azione congiunta che mira a valorizzare le diverse sensibilità e competenze in uno sforzo comune di mobilitazione. Perchè la diffusione incontrollata e non trasparente degli armamenti nel mondo è un problema anche per la nostra sicurezza.

La nostra azione si articola su tre livelli paralleli ed integrati, su cui le organizzazioni della Rete si impegnano a lavorare:

  • A livello Internazionale con il contributo alla promulgazione di un Trattato Internazionale sul Commercio degli armamenti (ATT), spingendo all’azione in tal senso il nostro Governo e le nostre Istituzioni.
  • A livello europeo agendo, di concerto con la rete europea sul disarmo, per una revisione del Codice di Condotta Europeo sull’export di armamenti; il tutto cercando di tenere alto il livello di monitoraggio e di analisi dei dati che vengono comunque forniti. Attualmente il Codice non è vincolante e risulta piuttosto debole sotto molti aspetti. Il valore aggiunto di un nostro intervento nelle mobilitazioni di livello europeo consiste nel portare in tale contesto l’esperienza italiana maturata in 15 anni di applicazione della legge 185/90.
  • A livello nazionale lanciando una sensibilizzazione diffusa sul tema delle armi (a partire da quelle cosiddette leggere), e cercando parallelamente di raggiungere alcuni obiettivi.


La foto-petizione
Lo strumento principale per diffondere l'obiettivo dell'ATT è la foto-petizione, che intende raccogliere un milione di volti entro il luglio 2006. La galleria di immagini sarà presentata ai governi di tutto il mondo in occasione della seconda Conferenza dell'ONU sui traffici illeciti di armi leggere in tutti i suoi aspetti, che si terrà a New York nel luglio 2006. Forti di ampio sostegno dell'opinione pubblica internazionale, la Conferenza ONU sarà, infatti, l'occasione ufficiale in cui le ONG chiederanno ai governi un impegno ufficiale che porti all'adozione dell'ATT.


Le attività dei nodi Lilliput
Vorremmo mappare le realtà territoriali che si sono attivate e si vogliono mobilitare per la campagna per avere un quadro delle forze lillipuziane sui territori. Tutti i nodi o associazioni o coordinamenti locali della Rete sono invitate a mandare una mail a riccardotroisi@tin.it indicando località di appartenenza, referenti e relativa mail con un riferimento telefonico.

Inseriremo presto sul sito una mappa aggiornata dei nodi attivi.

Abbiamo attivato una mail list nazionale Controlarms@liste.retelilliput.org per coordinarsi e confrontarci sui futuri passaggi della campagna. Per iscriversi:
  • inviare un messaggio all'indirizzo: controlarms-request@liste.retelilliput.org con oggetto 'subscribe'/'unsubscribe' (senza virgolette) e lasciando vuoto il corpo del messaggio;
  • oppure collegarsi a questa pagina: sulla sinistra ci sono i link che permettono l'iscrizione e la cancellazione.

Per ora i nodi che hanno segnalato un attivazione con dei referenti locali sono:

  • Trento - Andrea Trentini, Massimiliano Pilati
  • Brescia - Davide Martina, Fabio Corazzina
  • Milano - Marco Forlani
  • Como - Francesco Vignarca
  • Firenze - Alfredo Panarei, Lisa Clark
  • Roma - Ilaria De Angelis, Lucia Chieppa
  • Vasto - emy.m@lillinet.org
  • Palermo - Elisabetta Cangelosi

[Torna all'inizio]  [Pagina precedente]  [Vai pagina superiore]  [Prossima pagina]  [Vai all'ultima pagina]